Archive for aprile, 2008

E’ l’ora d’una black punk revolution?

Che il “sound del momento” in Europa sia figlio dei sintetizzatori anni ‘80 – ‘90 lo sentono un po’ tutti. L’uso del pc come fonte universale di suono ha un po’ scocciato e ogni produttore si riconosce dall’uso di questa o quella tastiera. Ad esempio il re Mida del pop Timbaland trasforma in oro qualunque star tocchi, da Justin Timberlake a Nelly Furtado e per questo lo ha preso pure Madonna. Stesso discorso per il pubblico italiano un po’ più chic, quello che solo da qualche mese impazzisce per le melodie elettroniche di Sebastien Tellier, vicino ai Daft Punk e pure alla melodia. Sempre di citazioni ‘80 – ‘90 si tratta. Cosa ci prospetta il futuro? Si può sperare in un repentino cambio di rotta verso il futuro, o verso un passato più ribelle, che poi è più o meno la stessa cosa.

La nuova pubblicità Ceres mette in scena un gruppo punk – cartone animato, e un po’ di sane schitarrate in faccia alla famiglia Ciccone male non ci starebbero affatto. Nella scena indie invece impazza già una black music bastarda, a cavallo tra pop, reggae, hip hop ed elettronica. E’ il suono delle CSS, di M.I.A. e pure della bella Santi White, 50% dei Santogold insieme a Johnny Rodeo. Dentro la loro musica c’è pure il soul attuale di gente come Gnarls Barkley e una sana voglia di farsi notare facendo, udite udite, un pizzico di avanguardia. Nel video di “L.E.S. Artistes”, Santi White canta un strano pezzo sul razzismo a cavallo di uno stallone nero e al suo fianco ha pure due ballerine vestite come pantere nere…

Per un giro su Myspace:

www.myspace.com/santogold

www.myspace.com/mia

www.myspace.com/canseidersexy

PS: se il post ti è piaciuto ne trovi altri su www.ffwblog.it

Richie Hawtin al Kindergarten

Sembrava di essere all’asilo l’altra sera al Kindergarten. Ed è così che ti rendi conto che gli anni passano e non ti piace più essere spintonata (in realtà non ti è mai piaciuto ma prima lo tolleravi adesso non se ne parla proprio). Sopratutto ti chedi come fà un ragazzetto classse 1990 a conoscere Richie Hawtin, ti chiedi se non sia il caso di spiegargli che si tratta nientepopodimeno che del noto musicista e disc jockey canadese che ha spopolato nel pianeta col nome di Plastikman. Insomma, mentre quei giovanotti sperimentavano la loro prima pappetta, Richard aveva già masticato e digerito il mercato della techno degli anni ’90. In quell’anno , insieme a John Acquaviva aveva creato l’etichetta Plus e successivamente aveva lanciato la Minus dedicata alle sue produzioni. Se, scavalcando le teste di questi mocciosetti, riuscissi a raggiungerlo lì dentro, in quella consolle blindata, sarebbe la prima domanda: “A distanza di tanti anni, ti danno ancora soddisfazione queste platee che inneggiano al primo basso e non sanno apprezzare le evoluzioni sincopate che tanto ci piacciono a noi eh???”. Ma realizzo presto che la mia domanda resterà lì nella mia testa e non avrà risposta se non lì nella mia testa..A quel punto nel pieno delle mie riflessioni mi incontro-scontro con una ragazza. Avrà 21 anni massimo e sembra appena ucita da H&M. Guarda verso la mia borsetta ed esclama: “Oh ma è Frida Kahlo quella? Bella!! “. Dico a me stessa che forse questa nuova generazione non è poi così svampita come sembra. Chiamo un taxi. Sono le 04 e io sono già stanca.

Le foto della serata.

27 aprile 2008: Prato della Valle capitale della musica italiana!

Anche quest’anno Padova ha ospitato il Festival di Sanremo bis! Come tradizione infatti dopo la Maratona di Sant’Antonio Prato della Valle è stato il teatro di Successo Italiano, il megaconcerto gratuito di Radio Italia con un ricchissimo cast di big italiani che hanno calcato il palco dell’Ariston. Dietro le quinte fotografi impazziti per Lola Ponce, la bellissima trionfatrice del Festival (avvolta in un abitino in pelle Belstaff dal suo fidanzato Manuele Malenotti che la accompagnava). Con lei anche il bravo compagno di duetto Giò Di Tonno che sembra un po’ scomparire al fianco di cotanta creatura..

More…Altro obiettivo dei paparazzi Anna Tatangelo, che però non è stata molto disponibile con la stampa ed è scappata via subito dopo l’esibione. Altre star inavvicinabili i Pooh e Gianluca Grignani, che non ha concesso più di qualche autografo e l’unico abbraccio lo riservato all’amico Red Ronnie! Teenagers in visibilio nel backstage per i Sonohra (vincitori di Sanremo Giovani), i Finley, le Vibrazioni e Paolo Meneguzzi, decisamente il più disponibile e osannato dalle giovani fans. Visto che il gossip tira sempre, Fede Zampaglione dei Tiromancino ci ha ricordato che a fine estate si sposa con Claudia Gerini! Molti gli ospiti vip: Luca Ward (protagonista della fiction Capri e voce italiana di 007,), Moreno Morello (per una volta senza la consueta mise bianca di Striscia) e il tenore Alessandro Safina. La palma del look più variopinto spetta decisamente a L’Aura; pochi hanno riconosciuto invece la voce australiana Kylee Kate Sargant che accompagnava il tenore Andrea Del Principe. Dopo un anno sabbatico è tornato a cantare anche Luca Dirisio; entusiasmo “multigenerazionale” per una haibitué dell’evento, Michele Zarrillo. Seconda volta consecutiva per Fabrizio Moro che ci ha confessato di sentirsi sempre emozionato davanti alla folla padovana; ritorno sul palco anche per Daniele Battaglia però in veste di cantante e non di Sanremo. Un po’ infreddoliti, ma soddisfatti i due conduttori della serata: lo storico “patron” Franco Nisi e la splendida Gabriella Capizzi. Appuntamento all’anno prossimo per il decennale!

Paolo Braghetto

BLOG E FOOD: BRUTTE STORIE

Mala tempora currunt: il mondo del giornalismo enogastronomico e dei food blogs, nelle ultime settimane, è al centro dell’attenzione per una serie di polemiche, accuse e malumore generale. Nel numero di Aprile di 2night Magazine, uno degli articoli parlava dei blog dedicati alla gastronomia e alla ristorazione, citando, fra gli altri, Enzo Vizzari, curatore della Guida de L’Espresso, e il suo blog Frittomisto, “ospitato” dal gruppo Repubblica/L’Espresso. Attualmente questo blog non esiste più. E’ stato cancellato, pare per sempre. Motivo: Vizzari si è dissociato (“vergognandosi profondamente”, per citare le sue parole) dalla copertina de L’Espresso dedicata all’inchiesta sul vino contraffatto. Il titolo in prima pagina, “Velenitaly”, è uscito, guarda caso, proprio durante la settimana del Vinitaly, la manifestazione più importante per il mondo del vino in Italia. Risultato: record di copie vendute per L’Espresso, e reazioni indignatissime da parte degli addetti ai lavori, dai produttori di vino ai giornalisti enogastronomici, fra cui lo stesso Enzo Vizzari, prontamente zittito dalla direzione con l’oscuramento del suo blog. L’accusa, unanime, nei confronti del settimanale, è di aver cercato lo scoop a tutti i costi, con una copertina scandalistica e decisamente fuori luogo. A schierarsi a favore del giornalista c’è anche il direttore del Gambero Rosso, Stefano Bonilli (nel suo blog Papero Giallo). Stefano, non Sergio, come erroneamente scritto sul nostro articolo: un lapsus/svista che ha fatto sbellicare dalle risate quei mattacchioni di Kelablu. Contenti loro… E’ la blogosfera, bellezza.

(immagine: 2night, Papero Giallo, Kelablu)

FastForward blog: un laboratorio di tendenze

Avviso a tutti i cool hunter, geek e fashion addicted

Dalla collaborazione tra 2night e il centro studi GroupM nasce il blog di FastForward!

Molti di voi sapranno già di cosa stiamo parlando visto che in passato abbiamo già provveduto a stimolarvi con alcuni sondaggi.

Il progetto cresce sempre di più e oggi, grazie ai giovani consum-autori, è online il blog: un vero e proprio laboratorio che si propone di mostrarvi quali siano le tendenze del futuro.


Read more