Archive for febbraio, 2008

FuoriModa

 

Si è conclusa lo scorso venerdì la Milan Fashion Week. Poco il “movimento”, pochissimo il fermento creativo. Un tentativo di ribaltare la frittata parte da Esterni, che – come di consueto – ha organizzato la sua catwalk alternativa.


Read more

CLUBBING WEIRDWIDE #4

Quarta ed ultima tappa alla ricerca dell’extravaganza più stimolante, sempre tratta dal reportage uscito su 2night Magazine di Febbraio: feste che vanno ben oltre gli schemi abituali (musica + food&drinks + animazione), osando e inventando nuove formule…

Revintage… Il Circolo Dopolavoristico – Londra
Restando a Londra, patria dell’eccentricità più spinta, un’altra one night da non perdere è Workers Playtime, ogni ultimo sabato del mese: la location, in pieno East End, è un “working men’s club” (la versione british della nostra balera, per intenderci), splendidamente mantenuto nella sua forma originale: moquette ovunque, anche alle pareti, orribili lampade anni ’50, tavoli da Bingo, pesanti tende di velluto, e una pista da ballo illuminata solo da una discoball, unica concessione al contemporaneo.


Read more

CLUBBING WEIRDWIDE #3

Terza tappa del viaggio alla ricerca di stranezze assortite dal tramonto all’alba… E stavolta ‘o famo strano, ma veramente strano…

Piangi pure baby – Londra

Altro che feste dark, qui siamo all’estremo: Loss – An Evening Of Exquisite Misery, è una serata ideata e organizzata da tale Victor Wynd – presidente e fondatore di The Last Tuesday Society, fantomatica “società patafisica” – ogni ultimo martedì del mese, ma non mancano appuntamenti speciali per le feste comandate (San Valentino, e naturalmente il 2 novembre). Entrare in un Misery Club è probabilmente una delle esperienze più spiazzanti e bizzarre per chi ama scoprire nuovi modi di vivere la notte. Perché in queste feste, ribattezzate The Crying Games, si piange.


Read more

CLUBBING WEIRDWIDE #2

 

Seconda tappa del viaggio virtuale nell’extravaganza più spinta, pubblicato sull’ultimo 2night Magazine. Stavolta la meta è decisamente più raggiungibile con un volo low cost…

USSR Is Back – Amsterdam
Ci spostiamo nella Venezia del Nord, per una one night dedicata a terre lontane ed atmosfere perse nel tempo che fu… Magie d’Oriente delle Mille e una Notte? Torride sensualità dall’America Latina? Acqua. Non ci siamo. Serate del genere oramai sono all’ordine del giorno in qualsivoglia villaggio turistico, balera di provincia o buddabàr de noantri… L’esotismo in questione, ben più estremo, è fatto di realismo socialista, piani quinquennali, colbacchi, balalaike, fiumi di vodka e delirio filosovietico.


Read more

CLUBBING WEIRDWIDE #1

 

Primo articoletto/dritta per chi ama scoprire serate strane/folli/weird oltre i confini nazionali. Il testo che segue è uscito sull’ultima edizione di 2night Magazine (febbraio). Casomai prossimamente vi trovaste all’ombra dell’Empire State Building, leggete un po’ qui:

Cabaret Postmoderno – New York

Siamo nel cuore del Lower East Side, al The Box: un nome niente affatto originale, e un “sottotitolo”, Fine Dining And Theater, che non suggerisce nulla di pazzesco, ma varcata la soglia di questo vecchio stabile a due piani si è catapultati in un altro mondo, quello dei teatrini Vaudeville e dei saloon da concerto dei primi del ‘900.
The Box è stato aperto da qualche mese da Simon Hammerstein, ventisettenne rampollo di una delle famiglie più influenti ed importanti del teatro e del musical in America: è il nipote di Oscar Hammerstein II, leggendario produttore e creatore dei musical più acclamati del secolo scorso. Con un simile pedigree (e una notevole quantità di dollari da investire), Simon ha voluto realizzare quello di cui il mondo del nightclubbing di New York aveva bisogno in questo momento: entertainment puro, ad altissimo livello, senza limitazioni nelle proposte (dj set, concerti, spettacolo nel più ampio senso del termine).

Read more