Alla scoperta del Maxlive di Costabissara…

Obiettivo principale della mia serata di sabato scorso: scoprire il Maxlive, la nuova sala concerti di Costabissara, che ultimamente sta ospitando diversi appuntamenti di un certo peso e che, anzi, potrei definire come l’unica location in provincia alternativa ai “soliti” palazzetti.

Per farlo, ho scelto un concerto che mi incuriosiva da tempo: quello di Max Gazzé, Paola Turci e Marina Rei, sul palco assieme l’1 dicembre.

Risultato: due belle sorprese.


Il concerto è stato memorabile: Gazzè giocherellava al basso, Paola Turci suonava la chitarra e Marina Rei si destreggiava alla grande fra batteria e bonghi. Ad accompagnarli sul palco c’era anche un bravo violinista. La scaletta comprendeva i brani più famosi di ciascun cantante, da “Bambino” e “Fuck You” di Paola Turci a “Al di là di questi anni” di Marina Rei (una delle canzoni più trascinanti della serata) fino ai richiestissimi cavalli di battaglia di Gazzè: “L’uomo più Furbo”, “Il Timido Ubriaco”, “La favola di Adamo ed Eva”, “Vento d’estate” e “Una musica può fare”, brano di chiusura del concerto, con immancabile pubblico che ballava sotto il palco. Tutte le canzoni erano proposte dal legittimo proprietario, ma sempre con incursioni altrui: e non è stato niente male ascoltare i capolavori di Gazzè eseguiti dalle bellissime le voci live di Marina Rei e Paola Turci. A staccare, fra un brano e l’altro, divertenti scambi di battute fra i musicisti e alcuni minuti di vere e proprie “jam” improvvisate e godibilissime per il pubblico.

Sorpresa number two: il Maxlive, una location assolutamente unica, dall’acustica perfetta e con posti a sedere comodissimi.

DSC_0052.JPG

Certo, non sarà l’ideale per concerti da pogo ed esibizioni di scatenate metal band, ma per uno show di musica pop non credo di aver mai visto luogo più adatto. Conviene arrivare un’oretta prima del concerto, ma attenzione, non per fare la fila! Anzi, si entra con tranquillità, e poi ci si accomoda al bar per gustarsi un free buffet con bevande omaggio…

DSC_0047.JPG

Se poi si vuole trascorrere una serata vip style , con 35-40 euro in più si cena in un ristorantino allestito nella sala concerti con un buffet illimitato extra lusso. Incredibile, vero? Dieci più a questa novità nel panorama vicentino… ci voleva proprio.

Leave a Reply