Una notte nel priveè del Colle Bereto

Da quando ha aperto, qualche anno fa, il Colle Bereto è letteralmente esploso. Piazza Strozzi è sempre piena di gente e le macchine parcheggiate su ogni marciapiede e in ogni possibile buco libero sono la gioia dei solerti e sempre pronti vigili di Firenze. Al Colle ci va soprattutto chi vuole farsi vedere, chi vuole conoscere persone “di un certo livello” (intellettuale? Macchè, soprattutto economico…). Insomma il Colle è una vera e propria vetrina dove si va indossando almeno un capo firmato, che sia una borsa o uno stivale, un cappotto o una sciarpa, meglio ancora se il logo è in bella vista, altrimenti da dove si vede che è firmato? Questo il preambolo per parlare invece di una zona speciale del locale, la zona più “in”, più VIP, più posh o come volete chiamarla: il priveè. Non tutti possono accedere al mitico priveè del Colle Bereto, i tavoli sono tutti prenotati, la maggior parte per tutta la stagione, e lo spazio è piuttosto ristretto e poi bisogna pur distinguere la persone “normali” da quelle VIP no? Insomma noi abbiamo avuto il privilegio di entrare in quanto staff 2night… proprio una bella fortuna! E sapete cosa abbiamo scoperto? Che ci si diverte veramente… la musica è carina, niente di impegnativo, ma piuttosto revival e commerciale ma l’atmosfera è rilassata e spensierata, forse complici le innumerevoli bottiglie di champagne servite ai tavoli (?!). Ragazze bellissime dalle gambe chilometriche e minigonne mozzafiato (io porto sempre gli stivali bassi e sono alta un metro e sessanta…) si scatenano tra i tavoli mentre gli uomini (chissà perché sono sempre più restii a ballare?) sorseggiano il loro drink al tavolo. E poi ci sono loro, i VIP. Certo Firenze non è Milano, ma anche noi abbiamo la nostra buona dose di VIP, no? Almeno credo… Non essendo molto appassionata né di calcio né di televisione, mi sono trovata un po’ in crisi quando mi hanno detto: “guarda, i calciatori della Fiorentina!”, mio malgrado ho dovuto rispondere: “scusa, ma quali sono?”. Allo stesso modo quando qualcuno (più di un ragazzo in realtà) ha confessato con orgoglio di essere andato a corteggiare Vattelappescachi da Maria De Filippi non ho potuto aver un riscontro oggettivo, perché non ero preparata sull’argomento. Mannaggia, dovrò iniziare a documentarmi… Insomma a parte questi pseudo VIP, quelli veri, quelli che riconosci davvero quando li vedi, qui si divertono e non se la tirano affatto. Martina Stella ad esempio, da brava fiorentina (in realtà non è proprio di Firenze ma è dell’Impruneta) è un’assidua frequentatrice del Colle, ogni volta che torna in città. “Ma qui”, ci dice Dudù, l’anima creativa del Colle: “qui noi non vogliamo far sentire VIP i VIP! Sono trattati esattamente come tutte le altre persone”. Insomma una serata davvero carina e simpatica. Fate un tentativo qualche sera, magari riuscite a sgattaiolare dentro!

Leave a Reply