Archive for ottobre, 2007

Passeggiando per Corso Como

Mia madre non mi ha creduta quando le ho detto che sabato scorso, girando per la città invasa dallo stile e dal mood anni ’70 , ho visto il mitico John Travolta. Protagonista del film “La Febbre del Sabato Sera”, attore, cantante e ballerino è stato una delle icone di quegli anni e ancora oggi tutto sommato è un bell’uomo. Forse un pò invecchiato, forse un pò ingrassato.

Ma il John che ho visto io, aggirarsi su una limousin nera, in via Toc, aveva l’aria di un giovincello. In realtà si tratta di Lele Dinero (da non confondersi con Tony Manero), un riminese alla ricerca di un pò di popolarità. Il ritmo nel sangue, la faccia è quella giusta, i movimenti sono gli stessi del noto attore. Insomma è lui penso io….. si però venti fà…


Read more

Alegria, alegria con Caetano Veloso alla Fenice

Come il rosso vermiglio accende la Fontana di Trevi, così la melodia e il ritmo del Brasile pungolano il gran Teatro della Fenice.In una uggiosa giornata autunnale Caetano Veloso, in Jeans e scarpe con i nastri rossi, fa correre un brivido lungo le schiene nude delle signore infiocchettate con una serie di riff di chitarra, ballando e cantando.

Il timbro di voce struggente, il sorriso ineffabile conquistano tutti ed è subito saudade. Da vero anchorman in versione latina, Veoso presenta al terzo brano e non all’ultimo, come in genere fanno i rocker,la sua band lodando i suoi musicisti.

Un inno alla gioia e alla vita, parlando anche delle sue làgrime, in versione carioca che riporta la musica contemporanea in una tempio della classica e della lirica.

Miss Monella Vagabonda Snob al Q

Serata all’insegna della moda e della bellezza al Q di Padova in occasione della semifinale del concorso “Miss Monella Vagabonda Snob 2007”: un contest ideato per trovare la nuova testimonial del brand giovane indossato oggi da Anna Tatangelo. In passerella quasi una trentina di ragazze da tutto il Veneto, prima in vestito da sera e poi in costume: nutrita la giuria in cui figurava il responsabile della griffe per il Nordest Gianni Nalesso, il fotografo Alberto Buzzanca e l’ospite d’onore, l’ex Grande Fratello Filippo Bisciglia. “Ammazza che belle fanciulle ci sono qui – ha dichiarato il volto tv – pensa che sono venute a prendermi in macchina 4 modelle. Non potevo sperare in un’accoglienza migliore!” Certo che se la sua Simona lo vedesse mentre viene assalito da tutte le ammiratrici.. Presentatore d’eccezione Francesco Bernardini che anima con il suo pianobar i mercoledì del Q e vanta nel curriculum un live show anche al compleanno di Michael Schumacher. All’uscita delle concorrenti commenti molto coloriti da parte del pubblico, soprattutto femminile, premiato alla fine con il lancio di cappellini e magliette. Dopo una seconda semifinale allo Showroom verrà eletta entro fine anno la nuova Monella Vagabonda Snob.

No alcool, no party?

A tre settimane dall’introduzione dell’art. n° 6 della legge n° 160 (clicca qui), si afferma in modo sempre più evidente la linea dura contro le stragi del sabato sera. Fra le regole di maggiore effetto, il divieto per discoteche e locali di intrattenimento di altro genere di somministrare alcolici ai clienti dopo le due di notte. E a questo punto le opinioni si dividono… Chi appoggia tale metodo, chi lo considera solo un palliativo destinato a fallire. In alcuni casi, i ragazzi hanno semplicemente adottato degli espedienti, cominciando a riempire il bagagliaio dell’auto con bottiglie varie, o ordinando prima dell’ora X la libagione per il proseguimento della serata. Si afferma addirittura la paura che i giovani si spostino da una regione all’altra a caccia delle norme meno restrittive (clicca qui). Insomma, il nostro divertimento è necessariamente legato all’alcool?


Read more

Una notte nel priveè del Colle Bereto

Da quando ha aperto, qualche anno fa, il Colle Bereto è letteralmente esploso. Piazza Strozzi è sempre piena di gente e le macchine parcheggiate su ogni marciapiede e in ogni possibile buco libero sono la gioia dei solerti e sempre pronti vigili di Firenze. Al Colle ci va soprattutto chi vuole farsi vedere, chi vuole conoscere persone “di un certo livello” (intellettuale? Macchè, soprattutto economico…). Insomma il Colle è una vera e propria vetrina dove si va indossando almeno un capo firmato, che sia una borsa o uno stivale, un cappotto o una sciarpa, meglio ancora se il logo è in bella vista, altrimenti da dove si vede che è firmato? Questo il preambolo per parlare invece di una zona speciale del locale, la zona più “in”, più VIP, più posh o come volete chiamarla: il priveè. Non tutti possono accedere al mitico priveè del Colle Bereto, i tavoli sono tutti prenotati, la maggior parte per tutta la stagione, e lo spazio è piuttosto ristretto e poi bisogna pur distinguere la persone “normali” da quelle VIP no? Insomma noi abbiamo avuto il privilegio di entrare in quanto staff 2night… proprio una bella fortuna! E sapete cosa abbiamo scoperto?
Read more