Archive for settembre, 2007

Paparazzi a go go

Qual’è l’accessorio più cool della 64esima mostra? Quello che “mai senza”?
Il badge per accedere al Pool o al Nikki Beach? La borsa della Biennale?
Solo una banale macchina fotografica…Che senso ha andare se poi non puoi raccontare di esserci stato e di aver fotografato?

I siti del mondo sono sovraffolati di foto fatte da professionisti ma sembra che tutti preferiscano guardare le star attraverso l’obiettivo piuttosto che dal vero… Una volta la regola era solo per i fan adesso vale anche per le star: che soffrano di amnesia e debbano documentare le proprie gesta?
Da donna media quale sono, vado anche io al Lido bardata di obiettivo e provo ogni volta a fare la “foto”. L’ultima volta ho adocchiato un cecchino sui tetti: ecco la vera FOTO. Lo punto, lo scruto, lo perdo d’occhio… cavolo mica mi avrà visto e mi riterrà così sospetta da tirarmi una pallottola sulla schiena!? Nevrosi da sovraesposizione ai flash in cui è facile cadere girovagando al Lido in questi giorni.

Sei un mito Tim!

Penso che già dalla foto si capisca quanto ero felice mercoledì di avere incontrato il mito Tim Burton (ho la maglia rossa)… Ma ciò che più mi ha sorpreso e che volevo assolutamente dirvi è che ho scoperto che Tim Burton, Leone d’Oro alla Carriera, è una persona umile e sincera: pensate che è venuto, lui, a ringraziare di cuore noi che gli facevamo le foto e che gli chiedevamo autografi e si è dimostrato molto disponibile! La sua bellissima moglie, Helena Bonham Carter, come avrete sentito, aspetta il secondo figlio. Che bello avere un papà come Tim!

Le feste alla Mostra del Cinema

Anche quest’anno impazzano le feste alla Mostra del Cinema al Lido! La prima sera è stata come sempre caccia all’invito per la cena inaugurale sulla spiaggia dell’Excelsior con tanto di fuochi d’artificio; riflettori tutti puntati sulla bella (e magra..) Keira Knightley protagonista con Vanessa Redgrave del film d’apertura “Atonement”. Il primo dei belli ad arrivare a Venezia è stato Jude Law insieme all’intramontabile Micheal Caine, ma è con l’arrivo del mag-nifico George Clooney si è aperta ufficialmente la caccia all’autografo da parte di fans di ogni età. Alloggiato, o meglio rintanato al Cipriani, il divo holliwoodiano ha dato un party privato ai Granai a cui ha partecipato lo stesso Law e Richard Gere, protagonista di ben 2 pellicole. In suo onore la stilista Alberta Ferretti ha organizzato una festa sul suo “Prometej”, un ex rompighiaccio trasformato in lussuoso panfilo; a bordo tutti a piedi, tranne Richard ovviamente…


Read more

Premio “mai prendersi troppo sul serio” a Bill Murray

Lo scanzonato Bill Murray arriva a Venezia per presentare il film The Darjeeling Limited, dove interpreta un business man (???). Ho letto che pochi giorni fa era a Stoccolma e ha trovato una soluzione creativa e brillante per guidare dopo un party: ha riportato molti ospiti a casa, con sosta tattica anche da 7-eleven, guidando una golf car.

Assodato che è un tipo sportivo e non si butta giù vedendo Clooney in smoking, Murray va alla prima del film del collega ed esce dalla sala con un completo beige… C’è sempre tempo per la cravatta nera. Mentre le fan in delirio si improvvisano equilibriste sopra le transenne e George le ricambia con il solito imperturbabile sorriso, il nostro esce di lato ma non passa inosservato. E’ alto quasi 2 metri! Partono i primi flah e lui si mette in bella posa davanti al tronco di un albero che funge da passacavi. Uno sfondo molto street, in tema con il suo stile. Faccio la foto e lui sorride, rialzo la testa ma lui è già andato….e buonanotte ai suonatori! Avrà la golf car parcheggiata qui dietro?

Ps. la foto non è venuta: card full …. Ovviamente di foto di George!

Un premio a Rupert Everett, anche se non in concorso

Propongo un premio a Rupert Everett, anche se quest’anno è solo un giurato, come il “Personaggio della 64.Mostra del Cinema”! Ma l’avete visto? Non serve essere un VIP-hunter per trovarlo in giro. Si aggira tra le calli, passeggia guardando le vetrine del Gran Viale del Lido e… non prende lussuosi taxi per spostarsi. Io l’ho incontrato sull’affollata linea 1 actv, mentre si guardava intorno spaesato ed incerto, in cerca di sguardi indiscreti. Effettivamente nessuno se l’è filato, o ha avuto il coraggio di farlo. Io sono andata a salutarlo (dopo aver rubato qualche foto di nascosto) e ne è rimasto molto contento.